Whitepaper Capitolo 3 - Attività e servizi di Followine

3.1 Supporto alle aziende vinicole

Le aziende vinicole aderenti all’ecosistema Followine usufruiranno di una serie di servizi che certamente contribuiranno alla crescita del loro business. In dettaglio, Followine offre alle aziende aderenti un sistema di tracciabilità volto al rilevamento di fenomeni contraffattivi tramite l’utilizzo di QR code univoci, generati casualmente da un algoritmo proprietario, applicati su ogni singola bottiglia. L’azienda che entra nel circuito Followine, applicando i nostri codici QR su tutte le bottiglie di sua produzione e attivando quelli messi in commercio, ci permette di iniziare a tracciare, ed inserire nel sistema, tutti i dati relativi al prodotto, tra cui: tipo di uva utilizzata, area geografica, vendemmia, manipolazioni e trasformazioni subite, trattamenti effettuati, imbottigliamento ecc. Inoltre, il produttore è soggetto a controlli periodici, a campione, riguardo le proprietà chimico-fisiche dei prodotti, effettuati da Followine, al fine di verificare che i dati inseriti dal produttore sulla piattaforma corrispondano al vero.

 

Detto sistema riconosce, al momento, ben 83 metodologie di contraffazioni, e ciò rende il sistema Followine il più efficace ed efficiente presente sul mercato.

 

3.2 Servizi per i consumatori

Come già detto in diverse occasioni, il consumatore è il vero fulcro del nostro progetto: è proprio grazie alla sua partecipazione attiva, che si traduce nella scansione dei codici QR, che Followine sarà in grado di registrare i dati necessari per contrastare il fenomeno della contraffazione. Proprio per questo motivo abbiamo deciso di incentivare i consumatori a partecipare attivamente, offrendo talune funzionalità – attraverso la nostra app.

In particolare, il consumatore potrà:

Usare i token per acquistare prodotti dal marketplace e dai partner

 

3.3 Servizi aggiuntivi per produttori, e-commerce e partner

Oltre al nostro principale servizio anticontraffazione, i produttori di vino e i nostri partner potranno beneficiare di un ventaglio di servizi aggiuntivi da noi offerti. Nello specifico:

 

 

 

3.4 Vantaggi

I vantaggi offerti dai servizi di Followine sono molteplici e coinvolgono tutti gli stakeholder.

 

3.5 funzionamento App

Grazie alla nostra app gratuita potrai scansionare qualsiasi QR alla velocità della luce. Per scoprire se un vino è autentico ti basterà scansionare il QR di Followine sulla controetichetta della bottiglia. Ogni scansione un premio, in modo da coinvolgere gli utenti e ringraziarli per il loro apporto nella lotta alla contraffazione.

Tabella 3.2

 

Release date

November 2018 Italian Version

                January 2019 International Version

           

3.6 La strategia QR Code

3.6.1 QR

Un codice QR (in inglese QR Code, abbreviazione di Quick Response Code) è un codice a barre bidimensionale (o codice 2D), ossia a matrice, composto da moduli neri disposti all'interno di uno schema di forma quadrata. Viene impiegato per memorizzare informazioni, le quali sono generalmente destinate a essere lette tramite un telefono cellulare o uno smartphone. In un solo crittogramma possono essere contenuti fino a 7.089 caratteri numerici o 4.296 alfanumerici. Genericamente il formato matriciale è di 29x29 quadratini e contiene 48 alfanumerici.

 

3.6.2 NFC

Near Field Communication (NFC) è un sistema di comunicazione wireless a corto raggio che permette lo scambio di informazioni in modo sicuro e veloce. Si basa sull’utilizzo dei comuni terminali portatili Smartphone e di un componente elettronico passivo che non necessita di alimentazione (chip con antenna) dotato di una memoria disponibile per la programmazione. Questo chip, detto TAG, è assimilabile ad un’etichetta e può essere applicato in varie forme e colori sui più disparati supporti. Attraverso il semplice accostamento dello Smartphone al TAG, l’utente accede ad un menu di scelta di differenti link o contenuti correlati all’oggetto “taggato”. Grazie ad un’elevata versatilità e potenzialità, le applicazioni legate all’NFC sono molteplici: identificazione certa del prodotto e anticontraffazione; accesso via Web ad informazioni sempre aggiornate e personalizzate per l’utenza, che riguardano la cantina o le bottiglie taggate; marketing pubblicitario e geomarketing; ordini e pagamenti on line; nonché manutenzione programmata, sicurezza e controllo accessi.

 

3.6.3 Perché scegliamo i QR                                                                                      

La tecnologia RFID, in particolare nella sua variante Near-field communication (NFC) è sicuramente adatta, grazie alle sue caratteristiche, per molteplici applicazioni che richiedono la scansione di codici sui quali lo scanner potrebbe non avere una visuale diretta.

Potrebbe essere usata anche per proteggere il vino dalla contraffazione?

Vediamo i numeri dei nostri esperimenti:

10 cm Distanza minima a cui deve essere posto lo scanner, per via della conformazione della maggior parte dei macchinari per l’etichettatura delle bottiglie, 

98% di codici correttamente scansionati, posizionando lo scanner sullo stesso lato del NFC,

60% dei codici scansionati correttamente con lo scanner posizionato sul lato opposto rispetto al NFC sulla bottiglia, per via della composizione chimico-fisica dei liquidi – e in particolare del vino che crea problemi alla propagazione del segnale di lettura.

Si evince che uno dei vantaggi offerti da questa tecnologia, vale a dire la possibilità di automatizzare i processi di lettura anche dove non c’è visuale diretta, non può essere garantita a meno di modifiche invasive alle apparecchiature già in possesso dei produttori di vino. Questo determinerebbe un aumento dei costi di avvio, costi di gestione, manutenzione e diminuirebbe fortemente la scalabilità del progetto.

 

50 anni la garanzia di durata di un tag NFC

1 anno la vita media di un prosecco o vino bianco semplice

2-4 anni la vita media di un buon bianco strutturato

40 anni la vita di un ottimo rosso da invecchiamento

40 anni la vita media di un’etichetta stampata in modo corretto

0,01% delle bottiglie prodotte viene venduta dopo 30 anni

Si evince che il vantaggio di durabilità offerto dagli NFC nel settore vinicolo servirebbe solo in un caso così limitato da non essere rilevante, anche perché le bottiglie inserite in quello 0,01% sono tutte bottiglie da collezione, che vengono conservate in maniera maniacale da parte dei proprietari. Di conseguenza, anche l’inchiostro sopravviverebbe per un tempo molto più lungo per il quale non sono disponibili chiare indicazioni.

 

            100% NFC letti correttamente dopo essere stati immersi in acqua di mare per 1 mese

            20% QR code letti correttamente dopo 1 mese in acqua di mare

            90% NFC letti correttamente dopo essere stati sotterrati dalla sabbia per 2 mesi

            90% QR code letti correttamente dopo un periodo di 2 mesi sotto la sabbia

            70% NFC letti dopo 2 mesi nel ghiaccio

            60% QR letti dopo 2 mesi nel ghiaccio

Si evince che… davvero comprereste una bottiglia di vino conservata in queste condizioni?

 

            100% NFC dopo 1 anno in cantina umida

            100% QR dopo 1 anno in cantina umida

           

            € 2.000,00 macchinari per iniziare la produzione e la codifica dei QR

            € 55.000,00 macchinari per la codifica e la disposizione degli NFC in serie

            € 250.000,00 macchinario per la produzione degli NFC

Si evince che i costi iniziali e quelli per la fase di scaling up non sono assolutamente paragonabili.

           

            100% NFC letti dopo aver danneggiato l’etichetta in modo lieve

90% NFC letti dopo aver danneggiato l’etichetta in modo grave

            95% QR letti dopo aver danneggiato l’etichetta in modo lieve

            20% QR letti dopo aver danneggiato l’etichetta in modo grave

Si evince che per piccoli graffi o imperfezioni l’algoritmo di decodifica dei QR riesce a fare un ottimo lavoro. Per quanto riguarda invece gravi danni all’etichetta, con strappo di grandi porzioni di QR, il supporto su carta non può rivaleggiare con gli NFC che invece vengono danneggiati irrimediabilmente solo in pochi casi.

           

            0% possibilità di modifica del QR

Al contrario, è possibile modificare i codici NFC anche se la percentuale in tal senso è variabile. Ovviamente, esistono anche NFC con blocco dell’immissione dati, ma come qualsiasi altro sistema informatico non ci sentiamo di assicurare un 100% di sicurezza nemmeno con riferimento agli NFC con suddetto blocco.

Quindi, anche se minima e difficoltosa, la possibilità di modifica di un NFC è comunque presente (a differenza di quanto avviene con i codici QR).

 

Copia dei codici

È chiaro che in entrambi i casi è possibile copiare i codici registrati nel supporto.

Sicuramente più dispendioso e difficoltoso il processo di copia per quanto riguarda gli NFC, mentre per il QR bastano una fotocamera e una stampante in grado di stampare etichette.

Per questa ragione abbiamo investito più di 1 anno per risolvere il problema della copia, creando un algoritmo in grado di discernere un’etichetta copiata. Trasformando il punto di debolezza del supporto QR nel punto di maggiore forza di Followine. Perché? Perché vi ricordiamo che Followine non è solo un blando deterrente alla contraffazione ma un ecosistema in grado di combattere la contraffazione stessa, riuscendo a risalire a dove e quando essa è avvenuta, permettendoci di indagare per risalire perfino all’artefice del misfatto.

           

Tutto ciò non toglie che se in futuro aumenterà la richiesta di NFC e il costo di produzione si abbasserà, così come, se nel frattempo verrà presentata una nuova tecnologia che porta benefici a Followine, ovviamente si prenderà in considerazione l’utilizzo di altri supporti diversi dal QR. Avendo previsto questa eventualità, abbiamo creato l’intero sistema anticontraffazione completamente slegato da qualsiasi tecnologia, donando al sistema la massima flessibilità possibile.

Il tutto è basato sul know-how, l’esperienza acquisita dal team e alla risoluzione logica delle varie possibili combinazioni di eventi, tutti fattori che possono essere potenziati o meno da una tecnologia ma che non fanno capo ad essa. Questo è uno dei punti fondamentali delle obiezioni sollevate da Followine nei confronti di altri progetti nel campo della contraffazione.